Castellammare di Stabia: inchiesta sulla foto del consigliere comunale Ernesto Sica con il fratello del boss e il parente di un ras dei D’Alessandro

I carabinieri della compagnia di Castellammare hanno aperto un’indagine dopo che ieri, sui social, è circolata una foto che immortala il consigliere comunale della maggioranza Cimmino in compagnia con il fratello di un boss del clan D’Alessandro e un giovane capo ultras parente del suocero del boss Pasquale D’Alessandro. Si tratta di Ernesto Sica consigliere comunale di Fratelli d’Italia già salito agli “onori” delle cronache nazionali lo scorso anno per aver definito la Francia “una squadra africana” dopo la vittoria ai campionati mondiali di calcio. Spesso si lascia immortalare mentre fa il saluto fascista. Sica è stato premiato dai tifosi della Juve Stabia durante la festa promozione per la serie B organizzata in settimana dai tifosi della curva Sud. Con lui, nella foto che ha suscitato l’indignazione sul web, ci sono Pasquale Imparato, fratello del boss Salvatore detto “o’ paglialone” unico “autorizzato” dal clan D’Alessandro a gestire una piazza di spaccio autonoma a Castellammare ovvero quella di Moscarella e Savorito, il “Bronx” stabiese dove l’8 dicembre scorso comparve un manichino impiccato sul falò dell’Immacolata con la scritta “Così devono morire i pentiti…Abbruciati!”. L’altro è Emanuele Tremante uno dei capi ultras della curva ma soprattutto parente di Sergio Mosca elemento apicale del clan D’Alessandro, libero da due anni dopo una dozzina di anni di carcere ma soprattutto suocero di Pasquale D’Alessandro, primogenito del defunto padrino Michele D’Alessandro.

Fonte: cronachedellacampania.it