“Ayman – Il bambino ritrovato” – Il tema della follia, dell’inclusione e l’amore per la famiglia nel nuovo romanzo di Maria Sapienza

Sarà presentato al pubblico “Ayman – Il bambino ritrovato”, romanzo di Maria Sapienza, pubblicato dalla casa editrice Edizioni Ex Libris. L’incontro avverrà nella città di Monreale, domenica 17 ottobre in piazza Vittorio Emanuele presso il Circolo cultura “Italia”: Tanti i nomi in programma: saluti di Claudio Burgio, presidente del Circolo Cultura “Italia”, coordina l’evento la prof.ssa Daniela Balsano, introduce il dott. Gianni Ferraro; dialogheranno con l’autrice Biagio Cigno e Benedetto Rossi. Interverranno Alberto Arcidiacono, Sindaco di Monreale, e Piero Scalisi, Maestro puparo. Il romanzo ha la prefazione di Gianni Ferraro, psicologo e psicoterapeuta, e l’introduzione di Daniela Balsano, docente di Lettere. In copertina illustrazione di Francesco Nocera (2021). In quarta di copertina: tecnica mista di Benedetto Rossi.

Nel volume, la città di Palermo è culla di arte e cultura; questo lussureggiante poligono di terra e di mare accoglie un bambino che sembra arrivato dal nulla. Il sette settembre del 1949 i coniugi Lanzara trovano un bambino abbandonato, Ayman, dinanzi al placido mare della Cala, questo evento darà inizio alle intricate vicende affidate alla voce narrante di nonna Rosalba, scrittrice appassionata, che insieme al narratore onnisciente, pagina dopo pagina, posizioneranno le tessere dell’intricato mosaico.

L’autrice nelle sue pagine intersecherà le storie di tre generazioni in un giallo che gira le sue scene tra i cunicoli sotterranei e il dedalo di vie di Palermo, città che accoglie le differenze e mostra la sua forza inclusiva.

Maria Sapienza, è nata a Palermo ed è laureata in Pedagogia; ha insegnato presso il Liceo socio psico-pedagogico di Caccamo. Vive a Monreale e gestisce il negozio di famiglia fondato dal bisnonno nel 1888. È madre di due figli. Scrive poesie e articoli per giornali locali. Ha ricevuto premi e riconoscimenti per le sue liriche. Ha pubblicato Il grande Albero (2015) e, per Edizioni Ex Libris, Sofia (2016).