L’arte di Roberto Fontana in mostra allo Spazio Almareni di Palermo. CATARSI Tra figura e colore

L’arte di Roberto Fontana in mostra allo Spazio Almareni. CATARSI Tra figura e colore a cura di Marco Cocciola

Lo Spazio Almareni di via Lo Jacono, 13, a Palermo, realtà espositiva dedicata all’arte contemporanea, riapre con la mostra “Catarsi”, che sarà inaugurata mercoledì 1 settembre 2021 alle ore 17.30.
Marco Cocciola, curatore della mostra, scrive: “Ho conosciuto Roberto Fontana qualche tempo fa, e ho subito instaurato con lui un rapporto di stima e di amicizia. Roberto è un artista impegnato e straordinario, e questa personale, ospitata presso lo Spazio Almareni a Palermo, è un evento memorabile, da me voluto con il precipuo scopo di rendergli omaggio e documentare la sua intera parabola creativa attraverso un corpus di opere che permettono di coglierne tutte le tinte, soprattutto la sua sensibilità oscura e dolorante, sempre in bilico tra un’energia straripante e la disperazione”.
La mostra trova il suo punto di partenza in un nucleo di dipinti che rappresentano la figura umana documentata attraverso gli autoritratti declinati in varie forme ed espressioni; questi esprimono – oggi anche insieme ai paesaggi – tutta la tenacia e la curiosità con cui l’artista sperimenta l’uso della forma e dei colori, e fungono da laboratorio per rielaborazioni successive.
Tutte le opere esposte sono presenti nel catalogo della collana “Promenade – Le forme dell’arte”, diretta dallo stesso curatore per la casa editrice palermitana Ex Libris.
CATARSI
Tra figura e colore – Mostra a cura di Marco Cocciola
Inaugurazione mercoledì alle ore 17.30
Spazio ALMARENI, via Lo Jacono, 13, Palermo
1-19 settembre
Orari: dal martedì al sabato 17,30 -19.30

Biografia dell’artista
Roberto Fontana è nato a Cambiano (TO) nel 1969. Ha svolto i suoi primi studi artistici a Palermo, dove attualmente vive e lavora. Nel 2000 ha frequentato la classe di pittura e disegno degli artisti cinesi Zhou Brothers alla Internationale Sommerakademie fur Bildende Kunst di Hallein, Austria. Nello stesso anno, a Palermo, ha preso parte al work shop di incisione e stampa d’arte condotto dai maestri francesi René Tazé ed Elisabeth Bascou. Sempre in Austria, nel 2001 e nel 2002, ha studiato alla Internationale Sommerakademie fur Bildende Kunst di Salisburgo, prima nella classe di pittura gestuale dell’azionista viennese Hermann Nitsch, vincendo una borsa di studio, poi nella classe di pittura e disegno dell’artista venezuelano Jacobo Borges. Dal 1999 al 2001 ha seguito il corso di tecniche dell’incisione e litografia della Scuola Libera del Nudo presso l’Accademia di Belle Arti di Palermo. A preso parte a numerose personali e collettive, e le sue opere sono presenti in collezioni pubbliche e private.