Fra le iniziative del “Club Medici” andrà in streaming “Cultura è salute?”

Venerdì 22 gennaio alle ore 17, andrà in onda in streaming “Cultura è salute?”, numero 0 di una serie di eventi che prendono inizio da questo primo appuntamento, nella convinzione che la cultura sia un elemento imprescindibile per una buona salute fisica e mentale. Il format, che verrà replicato nel corso dell’anno, vuole mettere in rete tutte le realtà che operano in ogni settore integrando arte, cultura, salute e benessere. Fare rete può rivelarsi un ottimo mezzo di trasmissione di uguali intenti e di costruzione e collaborazione tra realtà diverse ma che sono unite dall’idea di crescere e far crescere in nome di una cultura che è essa stessa benessere e che dà benessere, quindi salute.
L’evento di venerdì 22 fa parte delle tante iniziative del “Club Medici” che, oltre ad avere creato una biblioteca nella sua sede nazionale di Roma, in rete con le biblioteche civiche dell’area metropolitana, aperta ai soci e a coloro che ne volessero usufruire, ritenendo che la cultura sia un faro di riferimento per ogni attività e per una buona crescita personale e fondamentale nella vita professionale e privata di ognuno e del medico in particolare, coltiva l’ambizioso progetto di mettere in rete tutte le realtà che integrano le loro attività con arte, cultura, salute e benessere.
La realizzazione del progetto generale ha come strumento principe il PORTALE “Cultura è Salute” che registra e “cataloga” le best practice della rete, con la supervisione di un comitato scientifico, perché tali esperienze vengano conosciute, valorizzate e abbiano la possibilità di aprire scambi e confronti reciproci, perché sia data visibilità ai processi di studio e ricerca e alla eventuale documentazione prodotta.
La promozione del benessere passa, dunque, attraverso la salute fisica che tuttavia non può prescindere da una sana pratica culturale, dove la cultura attraversa in tutte le sfaccettature in sé insite, l’arte, la musica, la letteratura, la poesia e tutte le varie forme in cui si esprime.
Facendo riferimento alla Convenzione di Faro, Cultura è Salute vuole affacciarsi ad una società in cui l’uomo sia in armonia con se stesso e con la natura e in cui ogni cittadino si prodighi affinché tutti gli uomini e principalmente i giovani abbiano la consapevolezza della ricchezza dell’eredità culturale del nostro patrimonio e dei benefici che da esso possiamo trarne.

Teresa Di Fresco