Al festival “Corto di sera” si proietta il docufilm “A prescindere… Antonio De Curtis” sulla vita e l’arte del grande Totò

Nell’ambito della IX Edizione del Festival Corto di Sera, sarà proiettato stasera, domenica 2 agosto 2020 alle 21.30, il docufilm “A prescindere… Antonio De Curtis”, realizzato con la regia di Gaetano Di Lorenzo, e prodotto dall’associazione Arknoah con il contributo della Sicilia Film Commission, la direzione della produzione è di Francesco Torre, montaggio di Pietro Vaglica e musiche di Gianni Renzo.
Il docufilm, già candidato al Premio “Nastri d’Argento 2020”, è stato appena pubblicato in dvd dalla casa editrice Edizioni Ex Libris e reperibile sul mercato.
L’evento di inizio agosto si terrà a Piazza Badia, dinanzi la Chiesa dei S.S. Pietro e Paolo, Frazione Croce – Itala, in provincia di Messina alla presenza dei produttori Francesco Torre e Maurizio Munaò e del musicista Giovanni Renzo.
L’ingresso per tutte le serate sarà gratuito ma contingentato dalle regole del distanziamento e nel rispetto delle norme anti Covid vigenti.


Nel docufilm vengono intervistati numerosi personaggi della cultura e dello spettacolo che hanno avuto il raro privilegio di incontrare il principe Antonio De Curtis, in arte Totò fra cui la straordinaria testimonianza di Nello Bonvissuto, uno spettatore dell’ultimo spettacolo teatrale “A prescindere” nel maggio del 1957 e del dottor Giuseppe Cascio, oculista che visitò il principe nel suo studio di Palermo subito dopo l’avvenuta cecità. Fra gli intervistati anche Giuseppe Bagnati (giornalista e scrittore), Ennio Bispuri (scrittore e storico del cinema italiano), Domenico Livigni (collezionista e scrittore), Gigi Petyx (fotografo), Francesco Puma (critico cinematografico) e agli attori Elio Pandolfi, Giacomo Rizzo e Corrado Taranto.
Nel docufilm anche Emanuela Mulè che legge un testo di Franca Faldini, una selezione di articoli estratti dai giornali dell’epoca e la ricostruzione di un’intervista rilasciata da Totò a Villa Igea, nel capoluogo siciliano, da Totò al giornalista Di Girolamo, interpretati da Ferdinando Chifari.
Il principe della risata ha la voce e il volto del grande studioso e interprete di Totò, egli stesso, Gianfranco Ponte, autore di un libro e di tanti spettacoli teatrali che ripropongono alla nostra memoria i tanti e immortali sketch.
Un grande appuntamento sotto le stelle d’estate per ripercorrere la vita e l’arte del grande Totò, incomparabile autore ed attore e uomo di immensa umanità, capace di donarci, a più di 50 anni dalla sua morte, ancora risate, attuali riflessioni e tanta serenità.

Carlo Guidotti per Referencepost.it