Un dono da Benedetto XVI ad Alessio Arena

Alessio Arena

Lo scrittore palermitano Alessio Arena ha ricevuto per posta un dono dal Papa emerito Benedetto XVI: una copia del suo libro “L’elogio della coscienza”, a seguito di una lettera attraverso la quale lo scrittore ha voluto sottoporgli alcune tematiche in ambito antropologico e sociale.

Il libro era accompagnato da una lettera, datata 23 luglio 2019 e firmata dal Segretario personale del Papa emerito, Mons. Georg Gänswein, Arcivescovo titolare di Urbisaglia e Prefetto della Casa Pontificia, attraverso cui Benedetto XVI ha inviato la propria benedizione ad Alessio Arena.

Vincitore nel 2016 del I Premio Internazionale «Salvatore Quasimodo», Arena è nominato, per meriti artistici e culturali, Cavaliere Accademico dell’Accademia Collegio de’ Nobili di Firenze, il cui Preside nel 2017 indica Alessio Arena come persona qualificata a ricevere il Premio Nobel per la Letteratura. Ha pubblicato in numerose riviste e antologie poesie e articoli scientifici e divulgativi di argomento letterario, artistico, teatrale, linguistico e storico. Alcune sue opere sono state tradotte in spagnolo e in arabo. Nel 2015 pubblica con Mohicani Edizioni «Discorsi da caffè». Nel 2016 pubblica la raccolta «Cassetti in disordine» (Mohicani Edizioni) e la raccolta «Lettere dal Terzo Millennio» (Mohicani Edizioni). Nel 2017 pubblica la raccolta «Campi aperti» (Edizioni Ex Libris), tradotta anche in spagnolo. Nel 2018 pubblica il saggio “Il mondo a ribaltone. Il teatro nel gesto di Dario Fo”. Nel 2019 pubblica la raccolta “Il cielo in due” (Edizioni Ex Libris).

In copertina una foto di Alessio Arena.