Fuzio lascia ma da Perugia arriva la sua iscrizione nel registro degli indagati

Il procuratore generale della Cassazione Riccardo Fuzio è stato iscritto nel registro degli indagati dalla Procura di Perugia. Nei confronti del magistrato l’ipotesi di reato sarebbe rivelazione di segreto d’ufficio

E’ della giornata di ieri la richiesta, da parte del procuratore generale della Cassazione Riccardo Fuzio, di essere collocamento a riposo anticipato. Lo ha reso noto il Comitato di presidenza del Csm, spiegando che la data in cui il pg lascerà la magistratura è quella del 20 novembre prossimo. Fuzio, al momento della formalizzazione della sua richiesta, era coinvolto, anche se ancora non era chiaro a quale titolo, nel caso procure a causa di una intercettazione con il pm Luca Palamara. Ma oggi, il procuratore generale della Cassazione Riccardo Fuzio è stato iscritto nel registro degli indagati dalla Procura di Perugia. Nei confronti del magistrato l’ipotesi di reato sarebbe rivelazione di segreto d’ufficio. E si riferirebbe all’incontro tra Fuzio e il pm romano Luca Palamara, indagato dalla Procura di Perugia per corruzione.

(Ro.G.)