Anm-Gate, avviata dal ministro Bonafede una procedura disciplinare

E’ stato il procuratore generale della Cassazione, Riccardo Fuzio, a promuovere l’azione disciplinare nei confronti dei membri di Palazzo dei Marescialli

Oggi, il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, ha firmato la richiesta di procedura disciplinare nei confronti dei consiglieri del Csm già autosospesi o dimessisi Corrado Cartoni, Gianluigi Morlini, Antonio Lepre, Luigi Spina e Paolo Criscuoli. Oggi ha fatto un passo indietro anche Antonio Lepre che si aggiunge a Morlini e Crisciuoli portando così a tre i magistrati che hanno presentato le loro dimissioni. Ieri è stato il procuratore generale della Cassazione, Riccardo Fuzio, a promuovere l’azione disciplinare nei confronti dei membri di Palazzo dei Marescialli che incontravano l’ex presidente dell’Anm Luca Palamara, che si trova sotto inchiesta per corruzione e indagato dalla Procura di Perugia, e i deputati del Pd. Il Guardasigilli, compie così un “atto dovuto”. “Il Guardasigilli, condividendo a pieno il provvedimento del procuratore generale della Corte di Cassazione, ha avanzato ulteriori contestazioni e continua a muoversi nel solco di quella compattezza delle istituzioni che ha promosso fin dall’inizio della vicenda che sta investendo il Csm”, si legge in una nota di via Arenula che ha accompagnato la firma del provvedimento.

(Ro.G.)