Pericoli in rete, attenzione ai siti con estensione .baby

Dal mese di aprile la richiesta di appartenenza del richiedente al settore dell’infanzia non è più prerequisito

I nuovi domini .baby sono stati proposti per creare una piattaforma online, facilmente riconoscibile ed attendibile, per offrire e condividere idee, informazioni, prodotti e servizi dedicati al mondo dei bambini.
La nuova estensione .baby è anche utilizzata dalle aziende che producono, vendono e commercializzano prodotti per l’infanzia.
Il nuovo Registro dei domini ha annunciato di aver rilassato le regole per la registrazione dei domini .baby, tanto da essere stati liberalizzati. Normalmente, per registrare un nuovo dominio .baby, veniva richiesta l’appartenenza del richiedente al settore cui l’estensione fa riferimento, e quindi al settore dell’infanzia. A partire dal 2 Aprile 2019, invece, per la registrazione di un dominio .baby non serve più rispettare questa restrizione di appartenenza al settore. Chiunque, quindi, potrà registrare un nuovo dominio .baby. E’ più che mai necessario vigilare sui siti che vengono visitati dai minori proprio perchè l’estensione potrebbe non essere censurata dal filtro minori.

(Ro.G.)