Palermo resta in B, si può continuare con grinta ed entusiasmo

Mentre Salernitana e Venezia giocano i playout, il Palermo viene penalizzato con la sottrazione di 20 punti. Retrocessione per il Foggia, Padova e Carpi

Non vi meravigliate di trovare una notizia di calcio su Referencepost.it. Il calcio è uno sport molto amato, da tutta la città. Anche lo sport è cultura anzi, molto spesso è l’arma migliore per i processi di integrazione. Ragazzi impegnati in attività sportive e sane, sicuramente passeranno meno tempo in mezzo alla strada, quella dove, spesso, si cede alla lusinga del denaro facile. Quindi ben venga la notizia della riduzione la pena per il Palermo, ossia dalla retrocessione in Serie C a una forte, ma semplice, penalizzazione in classifica nell’ultimo campionato di Serie B. È questo il contenuto della sentenza della Corte federale d’appello della Figc dopo il processo di secondo grado per illecito amministrativo delle gestioni Zamparini dal 2014 al 2017.

Sono quindi 20 i punti di penalizzazione in classifica comminati al club rosanero ma aggravati da una ammenda di 500mila euro. Si evita, da un lato, la promozione in Serie A ma, dall’altro, la retrocessione nella terza serie professionistica. Una decisione, presa dalla Corte presieduta da Luigi Caso, vice del dimissionario Sergio Santoro, che riabilita la disputa dei playout del campionato cadetto inizialmente sospesi dal consiglio direttivo della Lega di B. Per effetto di questa sentenza, infatti, retrocede il Foggia oltre a Padova e Carpi. Il playout per la quarta retrocessione sarà tra Salernitana e Venezia.

(Ro.G.)