“Memorial Day 2019”: per ricordare tutte le vittime della “criminalità mafiosa, del terrorismo e della delinquenza in generale

Memorial Day

In data 9 maggio 2019 si svolgerà il “Memorial Day 2019” organizzato dalla Segreteria Provinciale del Sindacato Autonomo di Polizia, guidata dal segretario Pietro Billitteri, per ricordare tutte le vittime della “criminalità mafiosa, del terrorismo e della delinquenza in generale”.
Alla manifestazione sarà presente, il segretario nazionale Saro Indelicato, il segretario regionale della Sicilia Gaetano Maranzano e tutti i Segretari Provinciali della Sicilia.
La manifestazione organizzata dal Sindacato Autonomo di Polizia per rendere omaggio alle Vittime delle Strage di Capaci del 23 maggio e della strage di via D’Amelio del 19 luglio 1992, quest’anno vuole anche ricordare Salvatore Carnevale, sindacalista della CGIL, barbaramente ucciso da vile mano mafiosa il 16 maggio 1955, perché aveva avuto il coraggio di ribellarsi alle condizioni di vita degli operai di una cava locale costretti a lavorare undici ore al giorno, rispetto alle otto previste, e con ben due mesi di salari arretrati.
Nel ricordare Turi Carnevale, non possiamo non fare memoria di Francesca Serio, madre del sindacalista ucciso, donna tenace, la quale oltre a sfidare la società del tempo, è la prima donna a denunciare apertamente la mafia e i mafiosi di Sciara e che passerà tutto il resto della propria vita per cercare di ottenere giustizia.
Il programma prevede che alle ore 9,15, presso il Commissariato di Cefalù, dove nell’atrio è ospitato un medaglione in memoria di Giovanni falcone e Paolo Borsellino, custodito in passato presso l’aeroporto “Falcone Borsellino”, i dirigenti sindacali del Sap, Nazionali, Regionali e Provinciali, unitamente ai ragazzi della scuola primaria statale “Rosolino Pilo” di Palermo e ai ciclisti della “staffetta della memoria”, alla presenza del Questore di Palermo Renato Cortese renderanno omaggio ai giudici “Paolo BORSELLINO, Giovanni FALCONE e Francesca MORVILLO” e gli agenti di scorta “Agostino CATALANO, Emanuela LOI, Vincenzo LI MULI, Walter COSINA, Claudio TRAINA, Vito SCHIFANI, Rocco DICILLO e Antonio MONTINARO.
Dopo questo momento, il corteo si porterà presso il comune di Sciara. Qui i bambini della scuola primaria statale “Rosolino Pilo” di Palermo si incontreranno con gli scolari dell’Istituto Comprensivo Statale “Montemaggio Belsito” di Sciara i quali, unitamente al Sindaco e ai dirigenti sindacali del Sap ricorderanno, presso l’omonima piazza, il sacrificio di Salvatore Carnevale.
Alle ore 11 circa, presso la piazza antistante il municipio di Sciara i bambini assisteranno ad un addestramento dei Cinofili della Polizia di Stato della Questura di Palermo per poi, infine, portarsi presso il “Museo Archeologico delle Tradizioni” dove visiteranno la sala dedicata a “Francesca Serio” madre di Salvatore Carnevale, inaugurata nel 50° anniversario dell’uccisione del sindacalista e dove sono custodite foto e articoli di stampa che ricordano Francesca Serio e il sacrificio di “Turi Carnevale”, oltre ad alcuni utensili e attrezzature, usati in passato per coltivare la terra.
“Il “Memorial Day”, – spiega il segretario Provinciale, nasce nel 1993 dopo la strage di Capaci, ha come scopo quello di far comprendere alle generazioni future che la violenza “mafiosa e criminale di qualsiasi genere”, non può avere spazio nella società civile, poiché come diceva Giovanni Falcone “gli uomini passano, le idee restano e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini”.

La “Giornata della Memoria” palermitana si concluderà presso la mensa della Caserma Pietro Lungaro dove ai bambini verrà offerto il pranzo.