Libri e parole invadono il Cassaro Alto. Inizia la “La via dei Librai”, chiusura con Pif

Prende il via venerdì 26 aprile la quarta edizione de “La via dei Librai”. Dalla Cattedrale sino ai Quattro Canti, il Cassaro Alto mette in mostra il patrimonio librario che lo rende di fatto la via dei Librai

La via dei Librai, è una manifestazione promossa dall’Associazione Cassaro Alto che si celebra in adesione alla “Giornata Mondiale UNESCO del Libro e del Diritto d’Autore“. Quest’anno l’evento, giunto alla sua quarta edizione, dimostra la sua maturità. Dopo l’edizione precedente, legata a “Palermo capitale della cultura“, quest’anno conia un nuovo hashtag che rilancia i contenuti culturali dell’inziiativa: #lacittàdeisaperi.

Ampio spazio agli editori che potranno mettere in mostra le loro novità editoriali e i loro classici o mostrare le rare copie di libri introvabili che oramai fanno parte del patrimonio culturale della nostra vita. Ma il punto di forza che caratterizza questa edizione è la capillarità e la quantità di eventi e presentazioni che, a partire dalle ore 16:00 di venerdì 26 aprile, accompagneranno, sino alla sera di domenica 28, i visitatori e la città in un autentico viaggio tra autori, libri e parole. Nel cuore del percorso arabo normanno insieme agli storici librai del Cassaro alto, ai tanti editori palermitani e appassionati del libro, sarà possibile celebrare il libro e la lettura.

Organizzata dall’Associazione Cassaro Alto, da Ballarò Significa Palermo e dal Comune di Palermo, con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, Centro per il Libro e la Lettura, Maggio dei Libri, Rai Teche, Teatro Massimo e Regione Siciliana, la manifestazione ha come main sponsor la Fondazione Patrimonio Unesco della Sicilia. Tra gli sponsor sono la Confcommercio di Palermo e la Gesap – Aeroporto internazionale di Palermo. Come nelle ukltime edizioni, il media partner sarà il quotidiano La Repubblica.
Presenti oltre cinquanta stand per altrettante case editrici, librai e associazioni culturali. Tre le isole che caratterizzano l’evento: sul Piano della Cattedrale è allestita quella dedicata a Vincenzo Consolo mentre, su Corso Vittorio, all’altezza di via Collegio di Giusino, ci sarà l’isola dedicata a Salvatore Quasimodo. La terza, quella dedicata a Leonardo Sciascia, la troveremo in Piazza Bologni.

Oltre quaranta gli autori coinvoiti nell’evento: Massimo Brizzi, Salvo Toscano, Tommaso Di Gesaro, Rita Saccone, Franco Marchese, Marzia D’anna, Gaetano Basile, Rosaria Cascio, Fabio Ceraulo, Teresa Giamarresi, Ignazio Rasi, Federica Lo Bianco, Jessica Porcasi, Roberto Crinò, Eugenia Nicolosi, Massimo Boscarino, Alessia Rotolo, Elisabetta Musso, Alessio Arena, Giorgio D’Amato, Martino Lo Cascio, Valentina Certo, Guido Pistorio, Nicola Cusumano, Rodo Santoro, Vanessa Leone, Vincenzo Di Paola, Pippo Lo Cascio, Leone Zingales, Paola Musa, Bongiorno, Fabrizio Mondo, Marzia Mineo, Laura Lo Re, Antonino Rallo, Nino Martinez, Emanuele ALotta, Mirko Valenti, Alessandra Turrisi, Gino Pantaleone, Teresa Garbi, Eleonora Iannelli, Federico Scrima, Mario Scotto e, ospite della serata finale, Pif, che presenterà il suo libro “Che Dio perdona a tutti in una conversazione con Elvira Terranova.

Il programma comnpleto è disponibile sul sito dell’Associazione Cassaro Alto.

(Ro.G.)