“Il canto dell’incoscio”, l’incontro tra musica e psicologia tutto al femminile in programma oggi a Villa Niscemi

“Il canto dell’incoscio, la vocalità femminile nell’opera lirica tra psicologia e musica“. Questo è l’invitante titolo dell’incontro in programma a Villa Niscemi, a Palermo, oggi alle ore 16:00.
E’ previsto l’intervento del Sindaco di Palermo, il professor Leoluca Orlando, il Consigliere Comunale Giulio Cusumano e le due organizzatrici della rassegna “Da donna a donnaIva Marino e Sara Favarò.
A relazionare saranno Daniele Ficola, Enza Maria D’Angelo e Anna Rita Pinsino. Gli interventi canori saranno di Marta Favarò, Rita Lo Coco e Anna Rita Pinsino con l’accompagnamento musicale di Salvatore De Giorgi.

L’incontro rientra nella rassegna “Da Donna a Donna”, che gode del patrocinio del Comune di Palermo, organizzata da Iva Marino, psicologa e criminologa e da Sara Favarò, delegato regionale della Federazione Unitaria Italiana Scrittori e presidente del Gruppo Arte Sikelia. “Questo è il secondo appuntamento – dichiara Sara Favarò in una recente intervista – Il primo, svoltosi all’Università di Palermo, ha avuto per oggetto ‘Il coraggio delle donne’. Incontri che hanno l’intento di parlare di specifiche caratteristiche di genere nel loro intrinseco rapporto tra professionalità, aspettative, determinazione, socialità e psiche”. “Il canto mostra come la voce possa essere uno strumento di godimento. Attraverso la definizione di Lacan della voce come ‘oggetto pulsionale’ si possono esplorare le ragioni che fanno del canto un godimento – dichiara Iva Marino – Altro elemento fondamentale, in termini più prossimi alle ricerche della psicoanalisi, è legato al fatto che la voce, ‘il sentirsi parlare’, può ritenersi la forma più elementare di autoaffermazione della coscienza, della costituzione dell’identità. Forse la musica è pure la cosa più vicina all’amore e certamente ha influenza essenziale sulle nostre emozioni”.