In attesa del Mastro di Campo, a Mezzojuso rivivono le poetiche gesta di Pietro Ulmo

L'artista di strada a Mezzojuso

Presso il castello di Mezzojuso, ieri pomeriggio, sabato 2 marzo, l’attore Gioacchino Turdo ha intrattenuto numerosi bimbi e adulti, con una emozionante performance, interpretando il personaggio di Pietro Ulmo, artista di strada vissuto nel secolo scorso che per le vie di Mezzojuso, sua città natale, trascorse l’intera vita allietando i bimbi con i suoi racconti, le sue musiche e i suoi celebri fogli di carta colorati, con i quali creava forme, colori e poesie.
Donare sorrisi ed allegria, era questa la sua filosofia di vita, mirata a regalare sempre spensieratezza con la sua arte genuina e spontanea.


L’interpretazione di Gioacchino Turdo è stata accompagnata dalla voce narrante dell’attrice, scrittrice e giornalista Sara Favarò, autrice dell’albo illustrato “L’artista di strada”, pubblicato da Edizioni Ex Libris e illustrato da Martaciflu – Marta Cid Fuentes-Guerra.
Il grande albo illustrato, presentato ieri in seno alla manifestazione, narra per immagini e poetiche parole proprio il girovagare di Pietro Ulmo e le sue radiose realizzazioni.


Alla presentazione del libro erano presenti il Sindaco di Mezzojuso Salvatore Giardina, il presidente della Pro Loco Biagio Bonanno e il direttore di Edizioni Ex Libris, il giornalista Carlo Guidotti.
Grandi emozioni per grandi e piccini che, tutti vestiti con coloratissimi costumi di Carnevale, hanno atteso e seguito Pietro Ulmo, detto “Pietro Sasizza”, mentre in centro fervono i preparativi per “Il Mastro di Campo“, grande manifestazione carnascialesca unica nel suo genere; una delle tante perle che arricchiscono la cittadina di Mezzojuso, così carica di storia e di siti di inestimabile interesse storico e culturale.

Carlo Guidotti per Referencepost (Articolo e foto)