A Palermo si rinnova il raduno dei “Seguaci del Principe Totò”

Terzo raduno per Totò, Referencepost

Come da tradizione ormai consolidata, si è tenuto a Palermo il raduno dei “Seguaci del Principe Totò”; il folto gruppo di fans del grande artista napoletano, si è riunito il 12 dicembre scorso (qui l’articolo sul secondo raduno).

Ad organizzare l’evento, che quest’anno giunge alla terza edizione, è stato Gianfranco Ponte, il grande artista palermitano che sul palcoscenico ripropone le più famose gag comiche del Principe Antonio De Curtis, in arte Totò.

I “Seguaci” si si sono riuniti in una pizzeria che già dal nome e dal simpatico menù, si è rivelata particolarmente adatta per l’occasione, ossia la pizzeria “Totò e Peppino”, le cui pizze portano i nomi dei titoli dei film di Totò, creando l’imbarazzo della scelta sulla pizza da ordinare, e generando dibattiti e confronti sui film a cui la pizza stessa era intitolata.

Come ormai è consuetudine, l’allegra compagnia, fra una citazione di un film o la recitazione di intere battute dei più disparati copioni interpretati dal Principe della risata, ha avuto, come preziosi intermezzi, autorevoli messaggi di auguri inviati tramite videomessaggi da Lino Banfi, Andrea Roncato, Ennio Bispuri, Marcella Mariani, Salvatore Depsa de Pasquale, Massimo Benenato, Nino Frassica e Corrado Taranto, tutte celebri personalità che hanno lavorato con Totò o che devono la loro composizione artistica proprio all’eredità intellettuale lasciata da Totò nel mondo dell’arte della recitazione comica e non solo.

Gianfranco Ponte ha anche effettuato due videochiamate ad Elena Alessandra Anticoli Decurtis, nipote del sommo Totò, e Francesco Melidoni, il celebre “Peppiniello” di Miseria e nobiltà, diretto da Mario Mattoli nel 1954 e facente parte dell’immortale triologia scarpettiana a fianco de “Un turco napoletano” e “Il medico dei pazzi”.

Al termine della cena, non poteva mancare la torta degli auguri, rigorosamente decorata con l’immagine di Totò accanto a Peppino De Filippo.

Gianfranco Ponte, proprio di recente, ha riproposto Totò sul palcoscenico del Colosseum di Palermo (qui l’articolo), durante la serata in memoria di Aldo Melilli, nella quale oltre che con gli sketch più famosi, ha emozionato il pubblico recitando A’ Livella (qui il video), il celebre e commovente componimento poetico di Antonio de Curtis, che tanto fa riflettere sull’uomo e sulla nostra stessa vita.

Un particolare ringraziamento quindi a Ponte che è  fra gli interpreti, tra l’altro, del docufilm “A Prescindere” di Gaetano Di Lorenzo, e fondatore proprio del gruppo social “I Seguaci del Principe Totò” che, ad oggi, associa 15.640 componenti. A lui il grande merito di portare alla conoscenza di sempre più persone l’immensa figura umana e artistica del grande Principe della risata Antonio de Curtis, semplicemente e per sempre Totò.

Carlo Guidotti per Referencepost (Articolo e foto)